Effetto Diderot

“Ero il padrone assoluto della mia vecchia vestaglia ma sono diventato lo schiavo di quella nuova … Fate attenzione alla contaminazione delle ricchezze improvvise.”
— Denis Diderot

Bambina mia,

Voglio metterti in guardia contro un tranello della nostra mente.

Nel 1975 Caterina la Grande, imperatrice di Russia, fece dono a Denis Diderot, filosofo francese, di una bellissima e raffinatissima veste rossa.

Diderot non era benestante, quindi questa nuova veste era l’unico oggetto davvero raffinato che possedeva. Ne venne rapito: ogni altro oggetto nella sua modesta casa gli sembrava inadeguato. Finì così col sostituire tutti i suoi beni per renderli “in linea” con la nuova veste, indebitandosi e rendendosi infelice per le preoccupazioni economiche.

Diderot non è stato l’unico.

Questo tranello confonde molti di quelli che vincono alla lotteria: “Primo passo: macchina sportiva. Certo non posso parcheggiarla in strada: mi serve una villa con garage e vestiti chic. Mica posso fotografarla a Pero, profonda periferia di Milano: devo andare in posti da Instagram… Già che parliamo di foto, quella reflex da 5000€ farebbe risaltare le cromature della marmitta!”

E così finiscono i soldi e la libertà. Diventiamo schiavi delle cose che, in teoria, dovevano lavorare per noi e renderci felici.

Vuoi sapere come difenderti?

Ti serve conoscere meglio il fenomeno. Grant McCracken, antropologo Canadese, ha capito che:

  1. Tendiamo a volere oggetti con caratteristiche simili tra loro;
  2. Quando un oggetto rompe l’equilibrio, ci sentiamo spinti a ripristinarlo.

L’effetto Diderot non coinvolge tutti i nostri beni in un solo colpo ma sottogruppi di oggetti in qualche modo affini. Ad esempio: papà ha comprato un nuovo monitor e subito si è sentito in dovere di prendere un supporto per il computer più elegante, dopo aver resistito a prendere proprio un nuovo computer. Ho subito l’effetto Diderot sulla mia scrivania, ma non ho sentito il bisogno di cambiare automobile o frigorifero, poiché nella mia testa non c’entrano nulla col monitor.

Ecco i consigli pratici:

  • Prima di comprare qualcosa, chiediti a quale gruppo appartiene;
  • Compra cose che sono omogenee con gli altri oggetti del gruppo;
  • Se ti capita un oggetto non omogeneo ripristina subito l’equilibrio nel modo più economico, ad esempio vendendo o scambiando l’oggetto fuori luogo invece di sostituire tutti gli altri;
  • Non abbassare la guardia, non sei più forte di Diderot!

Anche tu sarai vulnerabile. Non lasciarti manipolare dal consumo e non diventare schiava degli oggetti. Sarai molto più felice!

Copertina by Félix Prado on Unsplash

Prima di lasciarci…

Mi aiuteresti a promuovere questo blog? Se ti piace quello che ho scritto, condividilo con qualcuno che potrebbe apprezzarlo. Grazie!

Salva pdfStampa
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti