Come gestire le finanze in meno di 450 parole

SaltoMentale » Obiettivo indipendenza finanziaria » Come gestire le finanze in meno di 450 parole

Pochi principi sono sufficienti per gestire meglio le nostre finanze. Li spiego a mia figlia.

Figlia mia,

Quando sarai grande, dovrai affrontare la questione soldi. Non temere: ti basta fare bene poche cose e sarai sulla strada giusta.

Poche scelte chiave

Ci sono una manciata di scelte che effettuerai in momenti cruciali della tua vita e che avranno un grande impatto sulle tue finanze.

Le scelte principali che ti aspettano, sotto il profilo finanziario, sono:

  • Matrimonio: Le finanze fanno parte della vita matrimoniale, se deciderai di intraprenderla. Non trascuratele basandovi sulle illusioni di Hollywood.
  • Casa: sceglila secondo i tuoi bisogni, non la casa da sogno. Nel dubbio affitta, non è uno spreco.
  • Lavoro: non considerare solo lo stipendio ma anche i costi che dovrai sostenere per fare quel lavoro. Non aver paura di cambiare se serve.
  • Auto: Evitale il più possibile, sono pericolose, inquinano e costano tantissimo.
  • Momenti sensibili: in alcuni momenti speciali sarai facile preda delle emozioni e di venditori senza scrupoli. Prepara un piano per affrontarli prima che capitino.

Sane abitudini

Quelle poche situazioni di cui ti ho parlato saranno intervallate da anni di routine in cui le piccole scelte di ogni giorno saranno automatiche. Abitudini sane fanno ogni giorno una piccola differenza che negli anni diventa enorme.

Ecco le abitudini finanziarie più importanti:

  • Acquista solo quando ne hai bisogno: non perché te lo ha suggerito una pubblicità. Soddisfare i bisogni va bene, farsi manipolare no. Tutti siamo manipolabili, quindi evita di esporti alle pubblicità, ad esempio evitando TV e social.
  • Chi fa da se fa per tre: ogni volta che deleghi un compito dovrai pagare tasse, pensione e rischi imprenditoriali di colui che lo farà al posto tuo. Valuta se puoi cortocircuitare il sistema facendo da te o se delegare è giustificato. Ricorda che puoi sempre fare da te, solo che a volte non conviene.
  • Le cose lavorano per te, non viceversa: non diventare schiava degli oggetti, fai si che ogni tuo oggetto abbia uno scopo e ti serva bene. Lo stesso vale per i soldi, falli lavorare investendoli.
  • I vizi ti rammolliscono: non tollerarli, non temere a dire di no a chi te li propone e non sentirti arrogante se te lo fanno pesare. A cedere son buoni tutti, a uscirne son capaci in pochi.
  • Imita gli umili: non prendere ad esempio i più ricchi nelle abitudini di consumo, piuttosto cerca di sfidare i più umili per frugalità e tempra. Sarai più felice e più forte.

E così anche oggi papà ha finito di predicare. Possiamo andare a mangiare i biscotti.

Copertina by Firmbee.com on Unsplash

Grazie per aver letto questo articolo. Se ti è piaciuto, puoi fare due cose di cui ti sarei molto grato: iscriverti alla newsletter e condividere l’articolo sui social. Grazie del supporto!

guest
2 Comments
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
fabrizio

ti segnalo link https://investire.aduc.it/editoriale/psicologia+dei+soldi+libro+che+tutti+dovrebbero_33204.php e relativi collegamenti. valuta se prima prendere contatto con alessandro pedone (che conosco personalmente) per autorizzazione alla “pubblicazione” sul tuo blog. magari ne esce una collaborazione proficua per tutti. ancora complimenti per il blog

SaltoMentale.it

Ciao Fabrizio, grazie per la segnalazione, terrò in mente per le collaborazioni future!